Il Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana Contemporanea, è nato dando vita a una entità analoga a quelle presenti in quasi tutti i Paesi, per sostenere, sviluppare e tutelare in Italia quella specifica competenza, altrimenti a rischio di estinzione o di clausura, che è la scrittura teatrale, in tutte le sue forme.

Al contempo, finalità del Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana Contemporanea è quello di superare lo stato di latente museificazione del teatro odierno, rilanciando la centralità della scrittura teatrale quale forma di rappresentazione speculare nel nostro presente, ponendo l’accento tanto sulla contemporaneità della ricerca quanto sul tratto italiano della realtà che si intende rispecchiare.
Se è vero che lo scopo è quello di pervenire alla istituzione vera e propria del Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana Contemporanea come ente pubblico tout court, ente pubblico a base associativa, associazione riconosciuta o altro organismo di rilevanza pubblica, l’associazione assume però, sin da subito, il proprio scopo quale sua denominazione propria, chiamandosi già Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana Contemporanea.
Il nome dell’associazione indica infatti proprio l’atto performativo di occupare quel vuoto istituzionale e culturale e colmarlo progressivamente, sin dall’atto della sua costituzione, con la partecipazione attiva, su base nazionale, di tutti gli autori italiani associati.
Il Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana Contemporanea formerà una rete di autori e altri operatori del teatro, recuperando anche quelle esperienze già esistenti e operanti nel campo aventi come specifico punto di convergenza il rilancio e la valorizzazione della drammaturgia italiana contemporanea.